Category Archives: Tecnologia

Rolex miglior prezzo

rolex21Acquistare un Rolex è un ottimo investimento

È oramai noto che i privati ed i collezionisti di orologi preferiscono diversificare i loro investimenti con l’acquisto di preziosi, che nel tempo potrebbero aumentare notevolmente di valore con una capitalizzazione significativa.
Un Rolex nuovo costa cifre che non tutti possono permettersi, anche se alla fine, si tratta di un impiego di capitale solido e fruttuoso nel tempo, perché un orologio del genere è rinomato a livello mondiale e non viene svalutato con il trascorrere degli anni.
Tuttavia, gli amanti degli orologi preziosi possono ripiegare sull’acquisto di Rolex usati, purché la loro scelta avvenga in maniera oculata e valutando bene dove si effettua questo acquisto importante.
In Italia, specialmente nella capitale, si sono diffusi capillarmente molti negozi di Compro Rolex Usati che sono presenti anche in rete con siti rispettabili ed affermati.
Qui è possibile acquistare Rolex online ed avere la certezza che siano certificati da un documento di autenticità e con tutte le caratteristiche necessarie che corrispondano ad un elemento affidabile e con parametri corretti.
È importante avvicinarsi con fiducia a questi negozi che hanno acquisito negli anni una certa onorabilità, perché la rete è colma di siti truffaldini che propongono orologi di marca a prezzi fin troppo convenienti, spacciandoli come Rolex originali.
Specialmente se non si è esperti nel settore si rischia di compiere qualche passo incauto non conoscendo le condizioni necessarie, affinché un orologio di pregio usato possa essere considerato di valore.
Gli operatori specializzati conoscono con dovizia di particolari i pregi e le virtù di un buon elemento e delucidano gli acquirenti mettendoli al corrente delle condizioni generali dell’orologio, di eventuali imperfezioni, lesioni o graffi e di altre piccole anomalie, che potrebbero incidere sul costo.

Come capire se l’orologio ha un prezzo giusto

I veterani degli acquisti di orologi da polso di pregio, come per esempio i collezionisti, conoscono quasi tutte le modalità che possano ricondurre al miglior prezzo di un Rolex, ma se non si è meglio diffidare di affari occasionali come quelli presenti su diversi giornali o su annunci online di privati.
Si corre il forte rischio di incappare nelle famose ‘patacche’ pur spendendo una cifra considerevole e senza avere la minima garanzia che il Rolex sia originale.
Per acquistare un Rolex online nella massima sicurezza bisogna necessariamente affidarsi a siti autorizzati anche se il prezzo è maggiore rispetto a quello proposto da inserzionisti di dubbia fiducia.
Si tratterà, sicuramente, di pezzi funzionanti perché i siti sono specializzati, anzi, faranno molto di più ed informeranno l’utente su eventuali offerte promozionali.
Prima di effettuare un acquisto, il compratore potrà visionare accurate foto dell’oggetto prescelto corredate da minuziose informazioni che comprendono le caratteristiche dell’orologio e se dovesse sorgere qualche dubbio, il venditore è pronto ad elargire tutti i ragguagli possibili per dissiparlo.
Naturalmente, ogni Rolex nuovo o usato sarà accompagnato dal certificato di autenticità e da quello di garanzia.

Un acquisto sicuro che aumenta la fama dei siti online

I venditori che si presentano con un sito preposto alla vendita di orologi nuovi ed usati di pregio non trarrebbero nessun beneficio se vendessero Rolex di dubbia provenienza, anzi, la loro rispettabilità diminuirebbe notevolmente.
Il web funziona così e, attraverso le recensioni, molti altri eventuali acquirenti verrebbero a conoscenza dell’inattendibilità di un determinato sito.
La filosofia dei canali d’acquisto che vogliono acquistare rilievo in rete è quella di avvalorare la loro affidabilità offrendo prodotti corredati di ogni singolo elemento che possa accertarne la veridicità.
La scatola dove il Rolex è conservato, per esempio, è di basilare importanza, poiché anch’essa apporta prestigio all’orologio da polso.
Solitamente, presenta caratteristiche di alta qualità come la realizzazione in materiali in legno o pelle, con scritte perfette e senza sbavature e al suo interno, devono fare bella mostra tutti gli accessori come il sigillo del brand.
Altre caratteristiche, per acquistare Rolex online in tutta sicurezza, sono le maglie dell’orologio, che se di recente produzione, devono apparire pesanti e piene, ma soprattutto, devono essere d’acciaio e non di cromo, materiale utilizzatissimo dai falsari.
Si tratta di orologi di estrema precisione e il movimento della lancetta deve essere armonico e mai a scatti.
Gli orologi usati venduti in questi e-commerce sono preventivamente controllati da tecnici abili e competenti che si assicurano che gli oggetti non siano stati fedelmente riprodotti.
In rete circolano Rolex come Submarine ed il Daytona che da sempre sono i più imitati dagli impostori e per tale motivo, la Rolex nel 2002 ha introdotto sul vetro una corona di ridottissime dimensioni.

Per acquistare Rolex nuovi o usati garantiti e certificati basta cercare accuratamente sul web ed avvalersi dell’ affidabilità e serietà del venditore scelto.

Penguin 3.0 di cosa si tratta?

penguin-3.0Cos’è Penguin?

Penguin è un algoritmo studiato da Google che ha come obiettivo quello di penalizzare tutti i siti web che utilizzano un numero eccessivo di keyword o link per aumentare la loro visibilità sul noto motore di ricerca. Google Penguin è stato rilasciato per la prima volta il 24 aprile del 2012, ed inizialmente esaminava solo le homepage dei siti web, e penalizzava tutti quei siti che utilizzavano la sovra ottimizzazione di parole chiave, provocando loro una perdita notevole di posizioni con la conseguente diminuzione di visite ricevute. Già a partire dalla versione 2.0, l’algoritmo è stato aggiornato con una significativa funzionalità: esaminare non solo le homepage dei siti web ma anche le pagine interne. Le penalizzazioni subite dai siti web che utilizzano fenomeni di keyword stuffing  e di link building possono essere abbastanza gravi. Infatti la perdita di posizioni nel motore di ricerca può provocare dei crolli di visibilità fino al 95%.

Quali funzionalità aggiuntive verranno integrate con l’aggiornamento dell’algoritmo?

Ad oggi, Google ancora non ha indicato la data di rilascio dell’aggiornamento, né tanto meno quali altri elementi verranno presi in esame per la penalizzazione dei siti web. Dunque tutti gli esperti del linguaggio SEO, per avere notizie su Penguin 3.0 dovranno aspettare la sua data di rilascio. Tuttavia, si pensa che la nuova versione dell’algoritmo andrà a colpire i siti che inseriscono backlinks di bassa qualità, ovvero quei link che provengono da siti sospetti, o i link provenienti dai social media. Per sapere quando verrà rilasciata la nuova versione di Penguin, è necessario consultare quotidianamente il blog ufficiale di Google.

Cosa fare per non essere penalizzati da Penguin 3.0?

Se avete un sito web e temete di entrare nel mirino di Penguin, ci sono delle linee guida che potete seguire per evitare di essere penalizzati dal perfido algoritmo di Google. Prima di tutto occorre verificare di non essere stati già colpiti da Penguin 2.0 perché in quel caso è abbastanza scontato che si verrà colpiti anche dalla nuova versione dell’algoritmo. In realtà esistono svariati software che hanno lo scopo di evidenziare i link sospetti come ad esempio Link Detox, a patto che disponiate di elevate competenze tecniche. In alternativa è necessario affidarsi ad una società di web marketing specializzata in servizi SEO e posizionamento dei siti web. Tuttavia ci sono dei semplici passi da seguire per evitare di essere oggetto di penalizzazioni da parte di Penguin:
– per prima cosa è necessario che rimuoviate eventuali collegamenti a delle reti guest blogging, attraverso il record del vostro account di rete.
– controllate e selezionate i link entranti che potrebbero provenire da siti di bassa qualità considerati come spam, che di conseguenza provocherebbero delle penalizzazioni al vostro sito da parte di Penguin. Purtroppo se il vostro sito gode di una notevole popolarità, ci sarà un numero elevato di backlink sul quale non avrete un controllo effettivo e che potrebbero venire da siti bannati da Google.
– rimuovete e sbarazzatevi di tutti gli anchor text, ossia delle ancore di esatta corrispondenza. Questi collegamenti possono essere pericolosi e vanno quindi eliminati.
– rimuovete collegamenti di anchor text ottimizzati. Anche se a volte questi collegamenti possono sembrare un valore aggiunto nell’ottimizzazione della posizione del vostro sito web, in realtà potrebbero nascondere delle minacce e compromettere seriamente il posizionamento in maniera negativa.

Una volta effettuati tutti i passaggi sopra citati ricordate di controllare il traffico giornaliero del vostro sito web con Google Analytics. Potrebbe accadere che nei giorni successivi al rilascio dell’aggiornamento del nuovo Penguin, il vostro traffico giornaliero subisca un calo notevole di visite da parte degli utenti. In questo caso potreste essere finiti nella mira di Penguin 3.0 con una conseguente perdita di posizioni. Per risolvere il problema vi suggeriamo di affidarvi ad un’agenzia di web marketing che si occuperà di trovare la soluzione migliore.